Home » Italia » Elezioni » Elezioni Amministrative 2018

Elezioni Amministrative 2018

Le Elezioni Comunali 2018 si terranno il 10 giugno nelle regioni a statuto ordinario, Sardegna e Sicilia. Per il turno di ballottaggio si tornerà a votare il 24 giugno.

Nel Friuli Venezia Giulia si voterà il 29 aprile in concomitanza con le elezioni regionali. Nella Valle d'Aosta si andrà al voto il 20 maggio anche qui in concomitanza con le regionali. Nei due comuni del Trentino-Alto Adige si andrà alle urne il 27 maggio.

Complessivamente, considerando tutte le regioni, sono interessati gli elettori di 796 comuni, di cui 591 appartenenti a regioni ordinarie e 205 a regioni a statuto speciale.

Si voterà in ventuno comuni capoluogo di provincia (Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Brindisi, Catania, Imperia, Massa, Messina, Pisa, Ragusa, Siena, Siracusa, Sondrio, Teramo, Terni, Trapani, Treviso, Udine, Vicenza e Viterbo), di cui uno è anche capoluogo di regione (Ancona).

Superano i 100.000 abitanti le seguenti città: Ancona, Brescia, Catania, Messina, Siracusa, Terni e Vicenza.

Da segnalare che si voterà per la prima volta in diciassette nuovi comuni istituiti nel 2018 mediante processi di fusione amministrativa.

Il comune più piccolo alle elezioni è Castelmagno (CN), che conta solo 62 abitanti al 31 dicembre 2016, data dell'ultimo bilancio demografico annuale Istat.

Sono state revocate le elezioni per i comuni di Calvizzano (NA), Camastra (AG), Marano di Napoli (NA) e Strongoli (KR).

Non si terranno le elezioni per il comune di Corigliano Calabro (CS) perché soppresso a seguito di un processo di fusione di comuni.

Per i comuni al voto è considerata la popolazione legale risultante dal Censimento 2011. La popolazione legale determina la modalità di voto (turno unico o con turno di ballottaggio) ed il numero di consiglieri ed assessori degli organi istituzionali.

Riduzione del numero dei Consiglieri ed Assessori

Con il rinnovo della Giunta e dei Consigli comunali delle regioni a statuto ordinario si applicheranno le norme in materia di contenimento delle spese degli enti locali che prevedono la riduzione del numero di consiglieri e degli assessori comunali, come pubblicato nella tabella in basso.

Dal 2014 è aumentato il numero dei consiglieri rispetto agli anni precedenti nei comuni fino a 10.000 abitanti per effetto della Legge 7 aprile 2014 n.56, conosciuta come Legge Delrio[1].

Popolazione legale
(censimento 2011)
Numero
Comuni
al voto
nelle
regioni
a statuto
ordinario
Num. Consiglieri Comunali
(escluso Sindaco)
Max Assessori Comunali
primadal
2011
dal
2012
dal
2014
primadal
2011
dal
2012
dal
2014
comuni >1.000.000 ab-6048484812121212
comuni >500.000 ab-5040404012111111
comuni >250.000 ab-4636363612101010
comuni >100.000 ab
o capoluogo di prov.
con popolaz. inferiore
154032323212999
comuni >30.000 ab263024242410777
comuni >10.000 ab98201616167555
comuni >5.000 ab118161210126444
comuni >3.000 ab7216127126434
comuni >1.000 ab1661296104322
comuni ≤1.000 ab961296104302

Vedi anche

Le Elezioni Amministrative 2017 con i sindaci eletti e l'elenco dei comuni al voto per regione e provincia.

Le Elezioni italiane regionali ed amministrative degli ultimi anni, con i risultati e le liste collegate degli eletti.

Censimento della popolazione Italia, andamento demografico storico dei censimenti della popolazione italiana.

Le Città Metropolitane sono 14 enti di area vasta che hanno sostituito le omonime province.

Classifiche dei Comuni italiani per popolazione, superficie territoriale, densità e altitudine.

PiemonteValle d'AostaLombardiaTrentino-Alto AdigeVenetoFriuli Venezia GiuliaLiguriaEmilia-RomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna
© 2018 Gwind srl · Note Legali · Strumenti · Contatti
Seguici suFacebook  Google+  Twitter